La Zebrah Rosa – brand

Da anni coltivo la passione per la grafica, un meraviglioso mezzo di comunicazione che da sempre uso anche per le tantissime campagne social che in questi anni ho realizzato e promosso per il Comitato IMI. Dal “fai da te” sono passata allo studio, per poi diventare Graphic Designer.

Oltre a realizzare loghi, volantini, brochure e campagne social, amo creare in grafica vettoriale disegni personalizzati stampabili su abbigliamento e oggettistica con il mio marchio La Zebrah Rosa® .

In questa foto indosso la T-Shirt con il logo del mio brand e la frase che da sempre mi contraddistingue: “dare to be different”. In una società che ci vorrebbe omologare in stereotipi che ci vengono quotidianamente propinati in tutti i modi possibili, osare essere diversi è un atto di coraggio.

La mia diversità è sempre stata quella di essere affetta da una malattia rara, che mi ha cambiato la vita e che mi ha costretta a lottare ogni giorno contro il pregiudizio, l’ignoranza, la superficialità e la mancanza totale di assistenza sanitaria. Ho reso la mia lotta pubblica, quando ancora nessuno osava parlare di malattie rare orfane di diagnosi. Sono stata derisa, umiliata, ostacolata. Ma non ho mia mollato, nemmeno quando sembrava l’unica cosa sensata da fare. Ho combattuto battaglie, personali e comuni, che mai avrei pensato di dover affrontare e che mai avrei creduto di poter vincere. Sono caduta e mi sono rialzata un miliardo di volte, e anche se so benissimo che la mia guerra non finirà mai, io non mi arrendo.

La Zebrah Rosa non è solo il nome del mio blog&brand, è una filosofia di vita.

Potete seguire le mie creazioni nelle categorie di prodotti collegate alla pagina La Zebrah Rosa – Brand nel menù in alto del blog o sui profili –Instagram – Facebook – Pinterest dedicati al mio brand.

Per informazioni potete scrivermi una email a lazebrahrosa@gmail.com o inviarmi un messaggio sulle pagine social del brand.

 

70947291_2334433260139287_1134920953071927296_n

I’m a Graphic Designer

Lo scorso anno è stato davvero un anno difficile, che mi ha costretta ad affrontare ulteriori battaglie che dovrò continuare a combattere per sempre. Un anno che però è riuscito anche a regalarmi delle emozioni bellissime grazie a voi, meravigliosi compagni di corso. Oggi si è concluso il nostro anno di studio, in cui ho creduto con tutta me stessa. Un sogno diventato realtà. Non è stato facile, ma ci sono riuscita e sono fiera di me stessa per quello che sono riuscita a fare. Per voi io sono stata da subito la “zia Deb”, la saggia del gruppo, per via dell’età e per la mia esperienza di vita. Per me voi siete stati la vita in un periodo in cui il dolore ha cercato più volte di inghiottirmi. Vi ringrazio per tutto quello che mi avete regalato: emozioni, risate, solidarietà, comprensione, amicizia. Ho conosciuto delle anime meravigliose, vi voglio un bene profondo. Armando, Vassilli, Andrea, Giacomo, Alessio, Riccardo, Valentina: prendete i vostri sogni e combattete per realizzarli, non abbiate mai paura delle vostre idee, ma soprattutto non omologatevi mai. La vita è una sorpresa continua, amatela anche nei momenti più difficili. Volate ragazzi, volate! Naturalmente il mio grazie speciale va anche ai voi mitici Prof. Marco Vimercati e Mauro Cavallero: diversi ma complementari, con il giusto mix di rigidità e indulgenza, che mi avete insegnato il meraviglioso mondo della grafica pubblicitaria. Spero di aver lasciato a tutti voi qualcosa di buono, qualcosa da non dimenticare, e qualcosa che vi farà sempre dire: io posso.

82797832_10218957921090658_395882580374716416_o

La Zebrah Rosa by Deborah Capanna

Il mio brand!

Oggi, 13 Giugno 2019 alle ore 11:13, “La Zebrah Rosa” è diventato un marchio. Ho posato il primo mattone per la realizzazione di un mio grande sogno. Adesso, più che mai, è vietato mollare.

“L’uomo non può mai smettere di sognare. Il sogno è il nutrimento dell’anima, come il cibo è quello del corpo. Molte volte, nel corso dell’esistenza, vediamo che i nostri sogni svaniscono e che i nostri desideri vengono frustrati, tuttavia è necessario continuare a sognare, altrimenti la nostra anima muore…” (P.Coelho)  Continua a leggere